I "ragazzi della Zocca" ci inviano la relazione del loro ultimo sforzo: una nuova via sulla parete ovest del Monte Piezza. Difficoltà relativamente contenute su ottimo granito lungo una grande parete sono le caratteristiche salienti di questa nuova linea, dove si arrampica prevalentemente afferrando lame e diedri.

Un vianDante alle isole Paleari

Aperta nell'estate 2011 da Antonio Malandri, Fabio Malandri, Gianni Zappa
Difficoltà: 6a+ (obbl.), 8 lunghezze, 230 metri di sviluppo
Materiale: 10 rinvii, 2 corde da 50 m, eventualmente alcuni friends medio-piccoli
Discesa: in doppia sulla via (con corde da 60 m solo 4 doppie: dalle soste 8, 5, 3 e 1)
Accesso: dal secondo tornante della strada per Preda Rossa seguire una stradina sterrata sulla sinistra che in breve si biforca: prendere a sinistra e poi, al suo termine, imboccare una traccia che taglia una vecchia discarica di detriti.
Proseguire per sentiero fino a raggiungere la porzione di parete più bassa, dove attacca la via Fenomeno Nero. Spostandosi a sinistra di una quindicina di metri si trova l'attacco della nuova via (targhetta metallica; tempo 20 minuti).


TORNA alla H O M E